QUANDO LA SENNA SI TINSE DI ROSSO

Daniela Persico

120 battements par minute di Robin Campillo, premiato a Cannes, mostra tutta la consapevolezza del discorso militante, elaborando il rapporto tra parola, pensiero, gesto e lotta, nella complessa distanza tra corpo sociale e destini individuali.

SONG TO SONG

Daniela Persico

Il nuovo film di Terrence Malick è un'opera corale che si situa in continuità rispetto alle precedenti, in un'indagine che investe non soltanto l’interiorità dei personaggi ma anche quella delle immagini e del loro rapporto con il reale.

ONDE
D’AMORE

Daniela Persico

La sezione Onde del TFF indaga il cuore del linguaggio: lo confermano due film che, pur con soluzioni differenti, si interrogano sul tema dell’amore, Le Parc di Damien Manivel e Muito romântico di Melissa Dullius e Gustavo Jahn.

VI PRESENTO
TONI ERDMANN

Daniela Persico

In un'epoca che valuta il tempo in termini di produzione e consumo di merci, eventi, rapporti, il film di Maren Ade fa dello "spiazzamento” il vettore liberatorio dell'azione cinematografica.

LA RAGAZZA SENZA NOME

Daniela Persico

Nella loro opera meno compatta, sorta di anti La Promesse, i Dardenne raccontano il grado zero del rapporto con l'altro e la necessità di colmare una distanza per ricostruire una relazione perduta.

LOCARNO 69:
SI CHIUDE UN CIRCO

Daniela Persico

Intervista a Tizza Covi e Rainer Frimmel, all'indomani della presentazione di Mister Universo al Festival di Locarno: un cinema familiare e marginale, proprio come il mondo circense che i due raccontano fin dagli esordi.

DRAMMATURGIA DEL BENE

Daniela Persico

Presentato in concorso alla 73° Mostra d'arte cinematografica di Venezia, Spira Mirabilis di Martina Parenti e Massimo D'Anolfi è un viaggio suggestivo all'inseguimento della spinta umana verso l'immortalità.

SPIAZZAMENTO A REGOLA D’ARTE

Daniela Persico

Toni Erdmann, terzo lungometraggio di Maren Ade, è quello che più di tutti teorizza e porta a compimento “lo spiazzamento” come tecnica narrativa e la presa del fuoricampo come vettore dell'azione cinematografica.

UN CINEMA CHE ANNULLA LE DISTANZE

Daniela Persico

Tra i produttori che meglio si sono affermati negli ultimi anni c'è Paolo Benzi di Okta Film: dobbiamo a lui il cinema di Alessandro Comodin, ma anche Redemption di Gomes e Louisiana di Minervini.

BERLINALE 66:
IL TEATRO
DELLA GUERRA

Daniela Persico

Ta'ang di Wang Bing, presentato al Forum, ci porta ai tempi della Resistenza e alla parola come nucleo della comunità, seguendo la vita quotidiana di un popolo in fuga dalle guerre civili lungo la frontiera cinese.