CITIZEN KANE INCOMPLETE

Luca Malavasi

In che modo è cambiato l'insegnamento del cinema "grazie" alla riforma universitaria e all'avvento di youtube. Cancellate gerarchie e storicizzazioni, il film è ormai una monade dalla traiettoria impazzita.

SPAZZATURA, ARTE E CINEMA

Pauline Kael

Per la prima volta in italiano in versione integrale, uno dei testi più importanti della critica americana degli anni ’60. Una riflessione su autorialità e cinema come arte popolare ancora oggi attuale. Con un’introduzione di Alberto Pezzotta.

A CHE SERVE IL CINEMA SE L’ANIMA DELL’UOMO IMPUTRIDISCE

Jonas Mekas

I testi teorici del fondatore del New American Cinema pubblicati su Village Voice tra il 1959 e il 1971. Contro il cinema e la critica commerciali, per un'arte indipendente. Con un’introduzione di Roberto Manassero.

IL GRANDE PAESE DEI CRITICI FELICI

Guido Fink

Uno sguardo sulla critica d’oltreoceano da parte di uno dei più acuti americanisti italiani. Una rassegna particolareggiata delle principali firme e pubblicazioni degli anni ’60. Con un’introduzione di Rinaldo Vignati.

ARREBATO: IL TORMENTO È L’ESTASI

Roberto Curti

L’opera-testamento di uno dei talenti più fulgidi e autodistruttivi del cinema spagnolo. Un’audace meditazione sul potere del cinema e sulla complessa e divorante relazione tra immagini e realtà.

POETRY

Cristina Colet

Dopo Secret Sunshine, il coreano Lee Chang-dong torna con una storia intima in cui la poesia diventa il rimedio per superare le difficoltà e imparare a vivere con leggerezza. Secondo i dettami della legge karmica.

CIELO SENZA TERRA

Michelangelo Salvioni

Film in prima persona ondivago e politico, l’ultimo lungometraggio di Giovanni Maderna prova a discostarsi dagli stilemi del cinema italiano oggi più diffuso. Un’opera che, nell’essere in fieri, trova la sua essenzialità.

MILDRED PIERCE

Pier Vigevani

L'adattamento del romanzo di James M. Cain realizzato da Todd Haynes per HBO in cinque puntate. Una vicenda di passione e affrancamento declinata quasi per intero al femminile. Il miglior cinema si fa TV.

CINEMA IS NOT DEAD. WE ARE

Quando nel 1945, dopo aver dominato per due generazioni un clan di mafia italoamericana, Don Vito Corleone muore, suo figlio Michael accetta con riluttanza di occuparsi degli affari di famiglia. Imparerà presto.

CANNES 64/2: IL REGISTA E L’ARCHITETTO

Giampiero Raganelli e Francesco Boille

Il ritorno al cinema di Kim Ki-Duk e il nuovo film di Vimukthi Jayasundhara. Dall'Asia due film opposti e speculari nell'analizzare l'impatto del reale sul processo creativo dell'artista e il suo rapporto con lo spazio urbano.