FILM (NON) COME GLI ALTRI

Giulio Sangiorgio

1968-1978: dieci anni, dieci film. Da Le gai savoir a Comment ça va?, dal maoismo al video, uno
sguardo sul periodo più tormentato nella carriera di Jean-Luc Godard, sempre sotto il segno di una
furibonda ricerca formale.

UN REGISTA STRETTAMENTE SORVEGLIATO

Claudio Di Minno

Vita e opere di Dušan Hanák, classe 1938, "il più celebre tra i meno noti" del cinema slovacco:
cineasta isolato, propugnatore di un cinema costantemente incentrato sull'uomo, a metà strada tra
documentario e finzione.

UN EGITTO CHE PROFUMA DI SAPONETTA

Mariella Lazzarin

Cecil B. De Mille, o dell'eccesso. Nessuno più di lui ha saputo rappresentare la quintessenza del
superspettacolo hollywoodiano, un Impero autosufficiente basato sull'accumulo (decadente?) di
colori, costumi, scenografie.

GLI INCUBI DI CASA EALING

Gabriele Gimmelli

"Incubi notturni", uno dei più originali film d'orrore del cinema inglese: mescolando realismo e surrealismo, Alberto Cavalcanti e i suoi allievi rivelano le pulsioni nascoste della borghesia britannica degli anni '40.

DE HUMANI CORPORIS FABRICA

Andrea Bruni

L'uomo che volle farsi Dio: Charles Laughton nei panni del dottor Moreau, elegante mostro-
gentiluomo nato dalla penna H.G. Wells, protagonista de L'isola delle anime perdute, torbido e
censuratissimo horror datato 1932.

MEMORIE DI UNA TESTA DI PESCE

Tommaso Isabella

"Leviathan", girato da Véréna Paravel e Lucien Castaing-Taylor su un peschereccio nelle acque oscure dell'Atlantico, è stata la vera scoperta di Locarno. Un film che segna un nuovo approdo tra etnografia e cinema.

IL CINEMA CHE SOGNA LE SUE VITE PASSATE

F. Boille, T. Isabella, A. Stellino

Una breve conversazione con il regista tailandese Apichatpong Weerasethakul, presidente di giuria all'ultimo Festival di Locarno. Lo svelamento dell'artificio, la spontaneità della creazione artistica e il tempo della memoria.

I LIMITI DEL CANONE

Alberto Pezzotta

Una riflessione sul sondaggio indetto da Sight & Sound: ogni dieci anni la rivista inglese chiede agli addetti ai lavori di votare i 10 film più importanti della storia del cinema. E per la prima volta a dominare non è più Quarto potere.

I FILM PIÙ IMPORTANTI DEL 20° SECOLO NON LI ABBIAMO ANCORA VISTI

Nicole Brenez

Il provocatorio intervento della programmatrice francese sui risultati del poll di Sight & Sound. Un canone alternativo che deve essere ancora scritto: da Muybridge a Jia Zhang-ke, passando per Boltanski e Grandrieux.

IL FETICCIO, LA NOSTALGIA E LA MAPPA. APPUNTI SULLA CINEFILIA RITROVATA

Pasquale Cicchetti

Sulla scorta dell'ultima edizione del Cinema Ritrovato di Bologna, una riflessione sull'evoluzione dei centri della cinefilia contemporanea. I nuovi orizzonti condivisi dopo la fine dell'imperialismo culturale delle capitali.