QUI, DOVE NON POSSO TROVARTI

Daniela Persico

Presentato in concorso il nuovo film della talentuosa regista inglese Andrea Arnold che, adattando Cime tempestose, firma il suo film più riuscito: un melodramma fulgido e asciutto, rabbioso e immaginifico.

MEEK’S CUTOFF

Daniela Persico

Rivisitando il mito della frontiera, Kelly Reichardt si confronta con un genere prettamente maschile. Non per ribaltarne i miti fondanti, ma per offrire una nuova prospettiva, dal punto di vista delle donne nelle carovane.

IL POTERE E L’AMORE NELLA TRILOGIA DI FRANTIŠEK VLÁČIL

Daniela Persico

L'immaginario potente di un regista dimenticato: stratificato e polisemantico come Tarkovskij, enigmatico e bizzarro come Paradjanov, il cecoslovacco Vláčil è da annoverare tra i più grandi di sempre.

IL RAGAZZO CON LA BICICLETTA

Daniela Persico

Sotto le sembianze di fiaba politica immersa nel sole dell’estate, il nuovo film dei fratelli Dardenne segna un passo ulteriore nella ricerca formale dei loro poemetti didattici e resistenti sulla scia rosselliniana.

CANNES 64/1: UN FESTIVAL DALL’ULTIMA FILA

Daniela Persico

Nel ventre della balena si conserva il cinema che ha segnato l'inizio del nuovo millennio: Cannes si arresta nella ricerca, ma premia il cinema che ha da sempre sostenuto. Conferme, abbagli e un'incomprensione.

CANNES 64/4: LA RESISTENZA DELLA LUCERTOLA E LA CROCE AL NEON

Daniela Persico

Corpo Celeste di Alice Rohrwacher è l'opera prima che ha rappresentato il cinema italiano alla Quinzaine. Incontro con l'autrice che, per mezzo della sua giovane protagonista, ha lanciato uno sguardo sincero e inquieto sull'Italia d'oggi.