TORINO 38:
RESISTERE NON SERVE A NIENTE

Mario Blaconà, Davide Perego

Con Il buco in testa Antonio Capuano colloca il dolore della sua protagonista all’interno di quel pessimismo attivo che è rimasto l’unico modo per resistere, mentre in Suole di vento, storie di Goffredo Fofi, Felice Pesoli ricostruisce la vita di uno dei più grandi intellettuali italiani attraverso il decorso del Novecento.

CINEMA “BASSO” E CINEMA “ALTO”

Goffredo Fofi

Tra ricordo e riflessione critica, una rilettura trasversale del cinema italiano del secondo dopoguerra, nella quale Fofi individua commistioni e differenze di una produzione che riflette lo stallo politico e culturale del Paese.

CANI SCIOLTI IN INTERNI BORGHESI

Goffredo Fofi

Con acume critico, Fofi evidenzia, all'inizio degli anni Settanta, gli smarrimenti e le irrisolte contraddizioni di un cinema piccolo-borghese oggi unanimemente riconosciuto, di fatto estraneo a qualsiasi forma di rivolta.

I MARGINALI

Goffredo Fofi

Il cinema "irregolare" e nascosto, denso di velleità e sfrenati individualismi, non escludeva l'emergere di due eccezioni, opposte per direzioni ma accomunate dal rinnovamento del linguaggio: Carmelo Bene e Mario Schifano.