I MAGNIFICI 10: MIGUEL GOMES

Abbiamo chiesto a 10 tra i più importanti registi contemporanei di indicarci altrettanti film che ne hanno segnato l'amore per il cinema e il percorso professionale. Cominciamo con il regista di Tabu e Arabian Nights, che ha scompaginato le carte giocando al rilancio.

ETNOGRAFIA MODIFICATA E
ORTOPEDIA DELL’IMMAGINE

Ludovica Fales

Intervista alla regista e artista portoghese Salomè Lamas, il cui lavoro si muove e definisce esplorando la violenza del capitale globale e l'effetto che questa violenza ha sul corpo di persone emarginate: una riflessione aperta sulle transizioni tra cinema e arte contemporanea.

IL CINEMA
È LA MIA VITA

Amir Naderi

"Sono cresciuto in strada, e il cinema è diventato la mia casa". In esclusiva, la lettera scritta da Amir Naderi a Jean-Michel Frodon in occasione della retrospettiva dedicata al cineasta iraniano presso il Centre Pompidou di Parigi nella scorsa primavera.

CINEMA CUBA

Luca Peretti

Quarto appuntamento del reportage sulle sale cinematografiche d'oltreoceano, a cura di Luca Peretti: protagonista è Cuba, dove il cinema ha un ruolo ancora importante, segnato dallo spartiacque della rivoluzione che ha cambiato la vita dell'isola.

LA PASSIONE
DEL REALE

Daniele Dottorini

Un estratto da La passione del reale. Il documentario o la creazione del mondo, di Daniele Dottorini: che cos’è la passione del reale che anima le forme più vive del cinema odierno? Quello sguardo documentario che attraversa il panorama audiovisivo con una potenza che desta la nostra attenzione? Una riflessione che rilancia i possibili percorsi del contemporaneo.

RESISTENZA OSTINATA

Alberto Diana

In Essi bruciano ancora, ultimo film di Felice D'Agostino e Arturo Lavorato, trova compimento una ricerca sul linguaggio che il sodalizio calabrese ha esplorato a partire dal 2005. Un percorso autonomo che si fonda sull'insistenza, sull'ostinazione, sulle rivendicazioni delle genti di Calabria come ispirazione poetica di resistenza.

TELECAMERE DA COMBATTIMENTO
E SGUARDI SENZ’ANCORA

Arianna Lodeserto

La masterclass di Antropologia Visuale tenuta quest’anno all’ISRE ci aiuta a comprendere le opere del Sensory Lab proiettate ad IsReal: documentari armati di “studiati” e vigili sensi, intransigenti esperienze nell’opacità del reale.

LABIRINTI
DELLO SGUARDO

Federico Pagello

Dietro a un plot per molti versi convenzionale, interamente messo in scena attraverso la lente di un Iphone, Unsane di Steven Soderbergh radicalizza a livello formale la riflessione intorno all’uso delle attuali tecnologie e ai discorsi dominanti che ne inficiano il controllo.

LIBERARSI DAL PRESENTE

Mario Blaconà

Con la scomparsa del filmmaker americano Paul Clipson il cinema underground perde una delle sue menti più vivide e innovative, capace di raccogliere l'eredità del passato e di mutarla in linfa vitale per interpretare e scrutare l'ambiguità dell'era contemporanea.

I RAGAZZI DI TOR BELLA MONACA

Dario Zonta

Presentato nella sezione Panorama della scorsa Berlinale, La terra dell'abbastanza dei fratelli Fabio e Damiano D'Innocenzo è il più convincente esordio italiano della stagione, un crudele racconto della giovinezza ambientato nei sobborghi romani.