EMIGRANTI IN UNA NUOVA TERRA

Giuseppe Fidotta

Il realismo di The Emigrants e di The New Land, dittico di Jan Troell, prova le capacità espressive del cinema di coniugare l’introspezione e la critica sociale, l’effimero e l’epocale, il quotidiano e la Storia.

L’ANTIMIRACOLO

Giuseppe Fidotta

Preso di mira dalla censura e rigettato dalla critica negli anni ’60, L’Antimiracolo di Elio Piccon viene oggi smarcato dal fenomeno dei mondo movie, recuperando finalmente dignità e rilevanza artistica.

SHIRLEY CLARKE

Giuseppe Fidotta

The Connection (1961) e Portrait of Jason (1967): i due film di Shirley Clarke che squarciano il dilemma della “verità filmica” lavorando sulla porosità dei confini tra cinema documentario e messa in scena.

LA SFINGE NEL CONGEGNO

Giuseppe Fidotta

Enigmatico, severo, minaccioso. con Riddles of the Sphinx Laura Mulvey e Peter Wollen propongono una rilettura allegorica della sfinge nell'era del post-strutturalismo e della militanza “estremista”.

BELA TARR: DISTANZA DEL VUOTO

Giuseppe Fidotta

Grazie ad Eye Division, anche in Italia è disponibile in dvd l'opera di Béla Tarr: dall'esordio alla fine degli anni Settanta fino al conclusivo "Il cavallo di Torino", una delle prove più possenti, cristalline e radicali che la storia del cinema abbia conosciuto.