I, TONYA

Silvia Nugara

Il film di Craig Gillespie dedicato alla controversa Tonya Harding traccia con ironia grottesca la parabola di un’antieroina in rotta di collisione con le norme di genere classiste del pattinaggio artistico, le stesse che premiano una femminilità interprete dei valori a stelle e strisce e ipocrita nel mascherare l’irruenza necessaria per vincere.

MADAME HYDE

Silvia Nugara

Nel film di Serge Bozon, un fulmine colpisce un’insegnante di scienze noiosa e vessata liberando energie esplosive, scariche incendiarie che non possono lasciare indenni. Raccontato con umorismo grottesco e surreale, un apologo sul potere trasformativo della relazione pedagogica.

ITINERANZE TRANSIDENTITARIE

Silvia Nugara

Una riflessione sulla rappresentazione mediatica e artistica della comunità trans, tra l'appropriazione della sua cultura e l'immagine che il gruppo rappresentato recepisce di se stesso. La possibilità di raccontare soggettività minoritarie e il rischio di una visibilità “a doppio taglio”.

TORINO 34: POLITICA
DEI SENTIMENTI

Silvia Nugara, Claudio Panella

Una panoramica su TFFDoc LOVE, sezione del festival torinese che quest'anno si è concentrata sul tema dell'amore declinato in chiave impegnata: uno spazio per riflettere sulle incessanti ricombinazioni tra sentimenti, visione e politica.

L’ALTRA FACCIA
DELLA SPERANZA

Silvia Nugara

Premiato a Berlino per la miglior regia, Kaurismäki rilancia la propria riflessione sulle migrazioni in Europa: nel suo cinema non esiste ottimismo che non sia in contatto con la realtà, e non c’è realtà senza dimensione luttuosa.

LO AND BEHOLD – INTERNET: IL FUTURO È OGGI

Silvia Nugara, Claudio Panella

Werner Herzog: apocalittico o integrato? Opera di ricognizione sul digitale e il mondo del web in dieci capitoli, è l’ultima di una lunga serie dedicata ai sogni dell’umanità e agli uomini come sognatori.

VENEZIA 73: LA SETTIMANA INTERNAZIONALE DELLA CRITICA

Silvia Nugara, Claudio Panella

Una panoramica sulla 31ª edizione della Settimana Internazionale della Critica, con un programma ricco ed eterogeneo ma sempre all’insegna di una fertile ricerca di contaminazioni.

PERDERE IL CONTROLLO

Silvia Nugara

Una ricognizione della sessualità nel cinema queer contemporaneo, tra malattia, perdita del controllo, responsabilità della relazione. Quando è la vertigine del sesso a generare l'impulso al racconto di un amore.

AH! C’EST MOI!? IL CINEMA-SPECCHIO DI FRANÇOISE ROMAND

Silvia Nugara

Come una Zazie, Françoise Romand semina scompiglio prendendosi gioco delle frontiere tra documentario e finzione, sperimentando forme di messa in scena che interrogano i limiti tra verità e verosimiglianza.

KREUZWEG – LE STAZIONI DELLA FEDE

Silvia Nugara

La via crucis di una ragazzina raccontata con sguardo lucido e ironico. Il film di Brüggemann descrive i profondi travagli dell'adolescenza, lasciando sullo sfondo l'affresco di una comunità priva d'affetto.