ANATOMIA DELLA
MELANCONIA

Silvia Nugara

Crepuscolare e sensuale, l’opera di Jean Paul Civeyrac è incentrata sui temi del legame, del lutto e della melanconia. Il suo ultimo film Mes Provinciales è la summa di un percorso omaggiato lo scorso anno con una retrospettiva alla Cinémathèque Française.

CORAGGIO, PUBBLICO!

Erasmo De Meo

Le molte anime di Fassbinder vengono allo scoperto accostando i suoi lavori più cinematografici, come Le lacrime amare di Petra von Kant, a quelli televisivi. La ripubblicazione di Otto ore non sono un giorno è l’occasione perfetta per farlo.

VAGABONDAGGIO
ESISTENZIALE

Pietro Renda

Attraverso il suo cinema agrammaticale, fuori posto come un dramma kabuki in un saloon di San Francisco, Suzuki Seijun è riuscito a corrodere dall’interno la gabbia dorata dell’establishment.

LAUREL&HARDY:
L’INVENZIONE
DELLA LENTEZZA

Gabriele Gimmelli

Un estratto del saggio "Grandi affari (Big Business, James W. Horne, 1929) - Laurel & Hardy e l'invenzione della lentezza", edito da Mimesis Cinema/Origini, un testo chiave per comprendere la svolta decisiva che Laurel e Hardy imposero al proprio cinema e alla slapstick comedy: il fulcro dell'azione comica passa dalla gag in sé al modo in cui i due comici la porgono allo spettatore.

L’IRRUZIONE
DEL SONORO

Arianna Lodeserto

A partire da una recente proiezione capitolina de La stella del cinema di Mario Almirante, film "lungamente inseguito" dall'occhio critico di Ciro Giorgini, una ricognizione dell'avvento del sonoro in Italia sullo sfondo degli storici stabilimenti Cines di Roma.

BEFFA E COMICITÀ
NELLA NOVÁ VLNA

Edoardo Peretti

Il Bergamo Film Meeting ha dedicato una retrospettiva alla Nova Vlna, omaggiata anche dal Sottodiciotto Film Festival, permettendo di capire come quella stagione avesse nell'utilizzo di diverse forme del comico una caratteristica decisiva per veicolare la denuncia nei confronti del regime e la rivendicazione di nuove libertà.

STOP YOUR CINEMA.
WAKE UP

Lorenzo Pedrazzi

Denis Villeneuve è oggi uno degli autori di punta del cinema hollywoodiano ma il suo percorso autoriale prende il via 20 anni fa. Ripercorriamo l'apprendistato canadese, da Un 32 août sur Terre e Maelström per arrivare all'enigmatico Enemy.

TRA STORIA E
AUTOBIOGRAFIA

Francesca Monti, Emanuele Sacchi

La filmografia di Richard Linklater è attraversata da tensioni e ricorrenze che spesso ne compattano lo statuto. Nello scarto dai canoni classici, i suoi universi narrativi attingono all'esperienza personale e insieme rivelano la libera fedeltà verso i propri modelli.

IL FIORE
DELLA MIA CONDANNA

Francesco Grieco

Il recente restauro del cult Belladonna of Sadness, ultimo film della Mushi Production prima della sua bancarotta nel 1973, restituisce al pubblico un'opera d'animazione colta e stratificata, unica nella rappresentazione della violenza e carica delle tensioni del proprio tempo.

GRIFI. LA CERTEZZA
DI UNA VERIFICA

Stefania Rossi

La nota introduttiva al libro L'evoluzione biologica di una lacrima – Il cinema di Alberto Grifi (ed. Timia), che raccoglie lo studio di Stefania Rossi nell'archivio dedicato all'autore più rilevante del cinema underground italiano.