MFF 24:
A CERTAIN KIND OF SILENCE

Leonardo Strano

Presentato nel Concorso Internazionale Lungometraggi, il film di Michal Hogenauer lavora alla decostruzione della distopia attraverso il tema della manipolazione, elevando la forma stessa a espressione del controllo, del congelamento e del criptaggio.

UN BALLO
RITROVATO

Astrid Ardenti

Un'intervista all'autore e storico del cinema Francesco Ballo in occasione della presentazione di Pietra al Milano Film Festival. Un film che rende omaggio alla città di Milano, antinarrativo e all'apparenza noir, girato in Super8 nel 1977.

LA SCOMPARSA
DI MIA MADRE

Mario Blaconà

Beniamino Barrese studia il corpo sfuggente e ribelle della madre, l'icona della moda e del femminismo italiano Benedetta Barzini, in un documentario che scopre il senso d'impotenza dell'immagine cinematografica in un mondo sempre più plasmato dall'impietosa menzogna dello spettacolo.

MFF 24:
THE SOUVENIR

Marco Longo

Il nuovo film di Joanna Hogg è una sorprendente galleria di proiezioni, che unisce esperienza amorosa e aspirazioni artistiche nella figura della sua magnetica protagonista, colta nel pieno processo di formazione del proprio sguardo.

MFF 24:
O FIM DO MUNDO

Carlotta Centonze

Presentato in Concorso a Milano, l'ultimo film del regista svizzero Basil Da Cunha racconta il futuro di un gruppo di giovani nello slum di Lisbona, confermando, pur con qualche incertezza di scrittura, la predilezione per una messinscena istintiva e aperta all'improvvisazione.

MFF 24:
TECHNOBOSS

Alessandro Del Re

Da Locarno al Milano Film Festival, l'ultimo film di João Nicolau porta avanti il discorso dell'autore portoghese, tra spiazzamenti e surreale ironia, aprendosi alle contagiose contraddizioni del proprio protagonista.

MFF 24:
HAM ON RYE

Alessandro Del Re

In Concorso al Milano Film Festival a pochi mesi dalla presentazione locarnese, il film di Tyler Taormina affronta e destruttura l'immaginario del coming-of-age movie, per offrirne una nuova elaborazione che non tace le ombre di un'età destinata presto a perdersi.

MFF 24:
THE BEACH BUM

Mario Blaconà

Harmony Korine sposta ulteriormente il confine del suo cinema per raccontare un mondo oltre la morale e l'esistenza drammatica, mettendo in scena il folle e divertente cammino di un poeta disperato e allo stesso tempo incantato dall'inevitabilità della vita.

PARLIAMO
UN PO’ DI NOI

Gabriele Gimmelli

Conversazione con Alberto Saibene, tra gli autori di NOI. Milano 1968-1977, installazione multischermo presentata al Milano Film Festival che interroga gli anni delle rivolte studentesche e le ragioni del loro esaurimento nel primato del discorso individuale.