MAPPE DI UNA NOWHERELAND CINEMATOGRAFICA

Tommaso Isabella

Vincitore del Pardo d’argento per la regia all'ultimo Festival di Locarno, 9 Doigts, ultima fatica di F. J. Ossang, raccoglie in sé gli umori più corrosivi del novecento, dal dada al situazionismo, e li infonde in un cinema insieme esoterico e popolare.

ALCHIMIA
POST-INDUSTRALE

Tommaso Isabella

Espressionismo e punk, cinema classico e poesia d’avanguardia: il cinema come terreno di contaminazione e sovversione, miscela esplosiva che chiama le arti all’insurrezione permanente.

LOCARNO 69: IL CAMMINO DELL’UOMO NELLA RETE

Tommaso Isabella

Vincitore del Pardo d’oro di Cineasti del presente, El auge del humano è il primo lungometraggio di Eduardo Williams. Uno sguardo fluttuante tra Argentina, Mozambico e Vietnam connesso al web.

IL CINEMA,
IL PENSIERO E
LE SUE TRACCE

Tommaso Isabella

The Thoughts That Once We Had di Thom Andersen re-inventa “L'immagine-movimento” e “L'immagine-tempo” riscrivendone il rapporto con la Storia, e riattivando il loro concetto-chiave: l'interruzione.

LA DISTANZA TRA DUE OCCHI

Tommaso Isabella

The Sky Trembles and the Earth is Afraid and the Two Eyes Are Not Brothers cerca il proprio riflesso nell’alterità, rivolgendo alle intenzioni del suo autore, Ben Rivers, un’interrogazione apparentemente spietata.

IFFR 2015: ISOLA SPERIMENTALE

Tommaso Isabella

Occhi puntati su cortometraggi e cinema d'artista in un festival nel festival dove, tra proiezioni, installazioni e performance, si è visto uno spaccato della sperimentazione audiovisiva internazionale.

OGNI INQUADRATURA DIMENTICA LA PRECEDENTE

Tommaso Isabella

Come posseduto da forze magnetiche e oscure, Cavalo Dinheiro di Pedro Costa è una séance cinematografica che sconfina nella negromanzia, nel procedere ripetitivo e inesorabile di un rituale.

STATIONS OF LIGHT

Tommaso Isabella

Conversazione con Gibson e Recoder, il cui lavoro procede tra decostruzione e fantasmagoria, piacere visivo e riflessività, tra la fisicità artigianale di una camera oscura e la sovraesposizione concettuale del white cube.

CINEMA SENZA FILM

Tommaso Isabella

La sezione Thema di Oberhausen fa il vuoto sullo schermo per far sentire il pieno latente della sala, amplificando il lavorio sommesso di quell’ingranaggio essenziale nella macchina desiderante del cinema che è il pubblico.

TRE VERSIONI DELL’UTOPIA

Tommaso Isabella

A Spell to Ward Off the Darkness: magico luogo di incontro per gli spiriti affini di Ben Rivers e Ben Russell, all'insegna della fascinazione per un Nord dal paesaggio sublime e minaccioso.